domenica 5 luglio 2009

Senza rancore

Ieri sera ho visto "Valzer con Bashir".
E' molto bello e fa pensare e fa ricordare.
Fa pensare alla stupidità umana ed alla ferocia dei codardi che si sono accaniti contro donne, bambini, vecchi e giovani, "civili" come veniamo chiamati in gergo tecnico.
Fa ricordare una delle tante stragi dimenticate; funzionali a cosa? A vendicarsi dell'assassinio di Bashir da parte dei servizi segreti siriani. Troppo complicato prendersela con dei professionisti, più facile ammazzare qualche centinaio di persone disarmate per ritorsione.

Da tempo non mi stupisco quando il pianeta cerca di liberarsi di noi, siamo un cancro e prima o poi verremo estirpati.
Concentriamo la nostra compassione nei riguardi delle vittime, gli assassini non meritano rancore nè odio.

2 commenti:

stefytolly ha detto...

Anche solo la vista di questa fotografia mi risulta fastidiosa: figuriamoci l'intero film...
Vedendolo sarei rimasta depressa per una settimana.

Berardi Stefano ha detto...

D'accordissimo sul tuo commento; il film è eccellente sia dal punto di vista dello specifico filmico, che da quello umano.
Resta solo una perplessità: che sia un modo per ripulirsi la coscienza (collettiva)e scaricare responsabilità che appunto tutti (chi più chi meno)avevano?