mercoledì 31 dicembre 2008

Bienno 29-08-2008: Mostra Mercato

Da una decina di anni si svolge a Bienno, durante l'ultima settimana di agosto, una manifestazione denominata "Mostra Mercato dell'artigianato e dell'antiquariato". Centinaia di espositori espongono le loro opere nei cortili, piazze e vicoli e cantine messe a disposizione per permette agli artisti di ricreare le loro antiche botteghe.
Durante la mia visita ho approfittato per raccogliere un po' di suoni e qualche fotografia.
Uno degli obiettivi più affascinanti è l'antico mulino.





Mulino parte1


Mulino parte2


Mulino parte3





Naturalmente ho raccolto anche voci e schiamazzi di tutta la gente presente:

Mercato parte1


Le voci mi hanno condotto fino al maglio





Maglio













Camminando ho raccolto altre voci

Mercato parte 2


Fino ad imbattermi in due menestrelli

Menestrelli

lunedì 29 dicembre 2008

Gethen



In Orgoreyn non c'è alcun titolo nè alcun rango per discendenza.
I testamenti privati non sono legali; un uomo, morendo, lascia il suo patrimonio allo stato.
Tutti iniziano sullo stesso piano di uguaglianza.
Ma ovviamente non continuano allo stesso modo.
(Ursula Le Guin, La mano sinistra delle tenebre)

La verità è questione di immaginazione



Il più solido dei fatti può soccombere o prevalere, a seconda dello stile in cui è esposto.
Come quel bizzarro gioiello organico dei nostri mari, che si fa più brillante quando una donna lo indossa e, indossato da un'altra, sbiadisce, si fa opaco e diventa polvere.
I fatti non sono più solidi, coerenti e rotondi e reali, di quanto non siano le perle.
Entrambi però sono sensibili.
(Ursula Le Guin, La mano sinistra delle tenebre)

venerdì 26 dicembre 2008

Simultaneous Translation Test per Live!iXem

Lovere, 20 Maggio 2005

video

Test preparato per partecipare ad un concorso; nei giorni precedenti ho registrato qualche ora di trasmissioni ad onde corte e ne ho ricavato esattamente 60 minuti. Il giorno del test ho mandato in stream via internet la registrazione a Nantes, dove Willy elaborava i suoni in tempo reale con un software scritto da lui; dopodichè sempre in stream i suoni tornavano a Lovere, irradiati nella mia casa e raccolti da una dozzina di microfoni, mixati in tempo reale.
Per questa incarnazione di Simultaneous Translation eravamo:
Carlo Giordani: onde corte, microfoni, mixer
Willy Whip: sim trans software
Gaetano Villano: videocamera

mercoledì 24 dicembre 2008

Quando facevo il geofisico (parte quarta)

Una cena tipica in un barrio colombiano di Ipiales: raton asado

Ti prendono un raton, che tengono ad allevare da qualche parte, ed, ahimè, lo uccidono sotto i tuoi occhi esterrefatti...




Lo spellano ben bene e lo infilano sulla asadora (in pratica un manico di scopa)




Lo mettono a cuocere sulla brace, sempre pronta per l'occasione; tempo di cottura una quarantina di minuti




Et voilà, la cena è servita: raton y papas al vapor.
Vi posso garantire che è squisito. In Colombia è un piatto talmente prelibato (e costoso) che fa parte del menù tradizionale della prima comunione.
Alcuni bambini lo assaggeranno quel giorno e mai più.

martedì 23 dicembre 2008

Quando facevo il geofisico (parte terza)

Il Carlè all'interno della jeep che smanetta col computer per acquisire dati magnetotellurici. Alla ricerca di vapore sotto la caldera.




Un po' in giro a fare fotografie




La classica tenuta del geofisico...




Il lavoro all'interno della jeep. Parliamo di computer trasportabili (non portatili!) 8086 con 256KB di RAM e 2 floppy da 5''1/4 (un lusso per l'epoca, li faceva solo IBM, poi è arrivata Compaq).
Il computer era collegato al ricevitore magnetotellurico e registrava i dati, successivamente elaborati e poi interpretati.

lunedì 22 dicembre 2008

Quando facevo il geofisico (parte seconda)

Ecuador 1988: il caro amico Maurilio, allora collega geofisico, sui monti tra Ecuador e Colombia.




Mi piaceva molto il lavoro di geofisico: mi dava modo di entrare in contatti con mondi e persone che sicuramente altrimenti non avrei mai conosciuto; gente povera, che viveva dei campi e degli animali da cortile.
Gente povera, ma orgogliosa e generosa.





Poche foto scannerizzate da stampe di 10 anni fa. Presto farò scannerizzare i negativi e forse anche le diapositive di quegli anni, almeno 2000 scatti.




Mi aggiravo per i puebliti con il mio Zeiss 18 mm.; il mio intento era entrare a stretto contatto con le persone, invadere il loro spazio e registrare la loro reazione.

domenica 21 dicembre 2008

Quando facevo il geofisico (parte prima)

In ufficio a Milano ad elaborare i dati raccolti in giro per l'Italia e per il mondo.
Inseriamo un bel nastro nel lettore e via... Il buon Franzinelli a destra compila, compila... (in Fortran)




All'estrema sinistra il lettore di nastri, subito dopo, appoggiato sul cabinet dell'hard disk (eh sì, era il 1987 e lo scatolotto era un bel winchester da 130MB!) il fedele HP9000s500, uno dei primi calcolatori a 32 bit, con il suo bel mega e mezzo di RAM.





Eccolo lì, il ricevitore multicanale per la magnetotellurica. Per tararlo, generatore di forme d'onda e oscilloscopio.